Casato dei Monteverdi

Casato dei Monteverdi, famiglia Borghese di Arezzo, fondata da Luca Davide Monteverdi.
 
IndiceFAQRegistratiAccedi

Condividi | 
 

 Visita di Felce

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Luca Davide
Capocasato
avatar

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Visita di Felce   Lun Apr 23, 2012 12:26 am

Shaer accompagnò Felce attraverso il cortile e poi nei corridoi, fino a giungere davanti a una grossa porta di legno. Il cavaliere la spinse e questa si aprì con un lieve cigolio. "Un'altra porta che va oliata" pensò Shaer.

"Prego Massimo, accomodati pure. Sei a casa tua qui. Ecco, prendi una sedia. Mine, tesoro, potresti andare a prendere una bottiglia del nostro miglior vino dalla dispensa in cucina? Vedrai Massimo, è un'annata eccellente: l'ho fatto con l'uva della mia terra. Sono davvero felice che tu sia passato a trovarci. Come sai stiamo organizzando il banchetto, quindi siamo ancora in fase di allestimento... C'è tanto lavoro da fare, la casa come puoi vedere è un disastro. Il buon vecchio Mario si è occupato di tenere lontani i ladri, ma di certo non ha avuto la possibilità di occuparsi delle faccende domestiche nel corso di questo lungo anno. A cosa devo il piacere della tua visita anzitempo? Hai intenzione di fermarti qui sino al banchetto? Posso farti preparare una camera?"

_________________
Torna in alto Andare in basso
felce

avatar

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 10.09.11

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Mar Apr 24, 2012 3:46 pm

Avanzava dietro l'ombra del cavaliere Templare, che gli illustrava affettuosamente il bellissimo palazzo, che seppur molto vecchio, conservava quell'odore di storico e misterioso.

" Che bello, questo palazzo conserva, mille ricordi... Sai.. Il fatto che non si modifica nulla, ti fa comprendere i vecchi ricordi. Mi ricorda quando Mine era piccola e con manici di legno ci esercitavamo nei nostri scontri.. Mi ricorda gamura il mio Primo Maresciallo.. Le missioni segrete.. Le cucinate in famiglia con Matha e Marzia.. Tutto, è fantasticamente stupendo, e vorrei chiederti di non apportare nessuna modifica a tale struttura. Inoltre ero venuto per dirti, che ho due ottimi servienti, si chiamano Guardino e Luciano, son bravi e ho chiesto loro di venire l'indomani di aiutarti nelle pulizie di casa..."

In mano ha ancora il regalo così enuncia:

"Sai, è da quando è morta mia moglie, che mi sto esercitando con la pittura.. Credo che sia uno sfogo dell'anima dipingere.. Così ho un po' imparato tali arti... E mi sono sperimentato a abbozzare un vostro quadro.. Ancora non lo concludo.. Puoi vedere qui una bozza e dirmi se per te ci sia qualcosa che non va.. Dato che poi te lo regalerò al pranzo. "

Togliendo un panno che lo ricopriva gli passa la tela ancora non incorniciata:



"Dai.. Dimmi cosa non ti piace.. Che posso così già aggiustare.."

Poi rivolgendosi a Mine:

"Grazie mille tesoro.. Un po' di vino.. non guasta!"


Un sorriso e una finestra luminosissima, attirò la sua attenzione, poi rivolgendosi a Shaer:

"Ricordo, dell'ottimo vino, una volta Tuo fratello me ne regalò un poco.."

Un piccolo sorriso e poi una breve meditazione.
Torna in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 24.01.09

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Mar Apr 24, 2012 4:13 pm

Shaer rimase molto colpito dal quadro che Felce stava dipingendo per lui, e fu davvero felice che gli avesse riservato tale premura.

"Però... Complimenti, Massimo! Non sapevo tu fossi così capace nella pittura. Un vero talento. Il quadro mi piace molto, davvero. Qui però la vera criticona è mia figlia, eheh! Che ne pensi, tesoro? Non è stupendo? Ti ringrazio davvero tanto, non dovevi disturbarti. Porterà nuova luce tra queste vecchie mura" disse il cavaliere ammirando il dipinto.

Poi si sedette, lasciando che i ricordi evocati dalle parole di Felce, riaffiorassero dolcemente.

"Le tue parole mi fanno venire in mente tante di quelle cose... Gamura, il mio apprendista! Quanto ce la siamo spassata insieme... E Jorq... Vorrei fossero qui anche loro... Ascoltami, Massimo, per quanto riguarda la morte di tua moglie, so di non esserci stato... In effetti non ci sono stato per nessuno, e questo mi addolora molto... Le circostanze mi hanno costretto a tenermi lontano da tutti voi per molto tempo, e ancora non so quanto durerà questo periodo di ritorno... In ogni caso voglio che tu sappia che sei sempre il benvenuto qui. E' anche casa tua! Un brindisi, dunque: alla famiglia!"

_________________
Torna in alto Andare in basso
http://casatomonteverdi.forumattivo.com
Minerva

avatar

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 25.01.09

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Mar Apr 24, 2012 4:56 pm

Minerva accompagnò i due uomini in salotto e li fece sedere portando su consiglio del padre una buona bottiglia di vino dalle cantine.
Mentre parlavano versò il vino e si risedette nella poltrona ascoltando la conversazione,rievocando i ricordi anche lei insieme a loro.
Massimo all'improvviso si fermo e porse un regalo a Davide.

Cos'è papà?scartandolo vide che aveva fatto un ritratto di loro due...

Massimo..ma è splendido grazie mille!! e stringendo l'amico forte gli dette un bacione sulle guancie per ringraziarlo del pensiero.

Si sporse e riempì di nuovo i calici.

Guardò il quadro e si avvicinò a Massimo sussurrando,Non vorrei esser criticona come papà ha detto però fammi meno maschio e più femmina,un bel vestito ci starebbe anche se per te sono la tua Xena..

Facendo l'occhiolino all'amico rise e guardò il padre,alzò il calice e brindò insieme a loro Alla Famiglia!! urlò insieme a loro.
Torna in alto Andare in basso
felce

avatar

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 10.09.11

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Mer Apr 25, 2012 11:26 am

"Grazie per i Complimenti Shaer... ma devo migliorare..." grattandosi lievemente il capo continua dicendo: " Hirene era molto brava.. anche se però molto timida, non le mostrava quasi mai i suoi capolavori. Lei mi ha insegnato a tingere il pennello nei colori e metterli su tela.."

I ricordi stavano sempre diventando appressanti e sul suo viso si leggeva molta amarezza e malinconia. I suoi occhi lucidi, ecco cosa faceva capire il suo stato; ma da buon Generale, sapeva come dare un colpo di reni e riprendersi, così sforzò a sorridere e dire:

"Ma ora.. Mi sento come un campo seminato nel cuore dell’inverno, e so che primavera sta arrivando. I miei ruscelli prenderanno a scorrere e la piccola vita che dorme in me salirà in superficie al primo richiamo.. "

La sua più che un affermazione era una promessa che faceva a se stesso. Stringendo i pugni si diede forza e girovagando per l'enorme sala disse al riscontro di Minerva:

"Oh piccola.. Il tuo carattere forte armonioso, vorrei che si trapelasse dalla tela.. la tua voglia di combattere contro le insidie non solo della Guerra ma a volte della Vita, che purtroppo a volte si rivela il peggior nemico.. Comunque ti metterò qualcosa di più elegante.. Hai ragione.. Una nobile... Intendo di Animo come te.. Deve avere un abito più lussuoso.. "

Dopo aver inalato l'essenza intensa di quel vino che per un istante chiudendo gli occhi gli ricordava i grappoli d'uva macinarsi e dar vita a questo splendido liquido di un rosso scuro... Lo sorseggia poi un' attimo e risedendosi vicino ai due:

"Vorrei andare a Montepulciano a prendere mia figlia, per il pranzo.. LadyDiana, mi aspetta.. lei è divenuta uno dei motivi più importanti della mia vita.. come credo che Minerva per te Shaer..."

Un attimo di pausa per poi alzarsi e concludere:

Non ti preoccupare caro, per il funerale.. So che mi sei stato vicino, anche se non con il corpo con il cuore.. Poi a volte ci sono giorni pieni di vento, ci sono giorni pieni di rabbia, ci sono giorni pieni di lacrime, e poi ci sono giorni pieni d’amore che ti danno il coraggio di andare avanti per tutti gli altri giorni... "
Torna in alto Andare in basso
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 87
Data d'iscrizione : 24.01.09

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Mer Apr 25, 2012 12:07 pm

Luca Davide si tirò in piedi, sospirando, con l'aria di chi, dopo una gioventù accesa e movimentata, si era ritrovato ad accettare una vita pacata, rassegnandosi alle vicissitudini di questa vita terrena.

"E' proprio vero, caro Massimo... E' la vita. Questo lungo e tortuoso sentiero che tutto noi dobbiamo percorrere dall'inizio alla fine. E non si sa mai cosa ci attenda dietro la prossima svolta. Ma probabilmente è proprio questo a renderla così speciale, e così buona... Un pò come questo vino... L'uva deve lottare per crescere, arrampicarsi e faticare tantissimo. E alla fine viene pigiata... Ma è solo attraverso tutto questo processo che noi possiamo goderci questa meraviglia..." sorrise, ma con occhi spenti e nostalgici.

Poi con l'ennesimo sospiro si scrollò tutto di dosso e tornò a sorridere energico.

"Sarà un piacere avere tua figlia qui con noi per il pranzo. Dimmi pure se posso fare qualcosa per voi, per mettervi più a vostro agio. Intanto farò preparare le camere di entrambi"

_________________
Torna in alto Andare in basso
http://casatomonteverdi.forumattivo.com
Minerva

avatar

Numero di messaggi : 42
Data d'iscrizione : 25.01.09

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Sab Apr 28, 2012 7:39 pm

Minerva ascoltò i due uomini rattristarsi alla rievocazione dei ricordi e prese le mani dei due uomini e le strinse baciandole e sorridendo a entrambi.

Ragazzi,la vita è vita e morte,felicità e dolore fà parte di un percorso lungo e difficile per ognuno di noi,per avere ciò che abbiamo si perde sempre qualcosa,questo ci ha insegnato,è bello ricordare,però è più bello vivere il presente raccogliendo i frutti di quelle situazioni e di quei dolori che c'hanno segnato nella vita e che c'hanno fatto crescere.Non è facile separarsi da chi ama ma è un passo che la vita ci fa fare per crescere,per insegnarci che ogni cosa che abbiamo può esserci tolta in qualunque istante senza nemmeno aspettarcelo,è come reagiamo a queste situazioni che ci rende diversi,ma non solo nel profondo.
So solo una cosa,ci avranno tolto qualcosa,ma in cambio noi possiamo dire di aver avuto altretanto di importante a cui guardare,la famiglia i figli tutto ciò che ci circonda a cui noi diamo tutto troppo per scontato,non saprai mai che valore avrà veramente,finchè non te lo toglieranno.Una cosa a entrambi so dirvela per certa,che per quanto ricordiamo stiamo male o piangiamo,nulla e nessuno ci ridarà ciò che ci è stato tolto.Basta piangere nel cuore,la vita è ancora tutta da vivere fino in fondo e le lacrime dovranno esser di gioia,per far si che coloro che non abbiamo più non pensino che stiamo male e stiano male a loro volta per noi che viviamo,non vorrebbe ciò Felce Hire,lo so,lei ti ama sempre è accanto a te ogni giorno nel cuore,così è per te papà,nemmeno io credo che tu sei troppo lontano,ti ho nel cuore e ti ho sempre accanto,per me non morirai mai
.

Disse ciò sentendo le loro mani stringersi alle sue ad ogni parola,le accarezzava mentre parlava e infine quando smise di parlare le portò al viso e li guardò cambiando discorso.

Allora Massimo,visto che io sono piccola,e vuoi far intravedere il mio carattere forte e armonioso,per quanto credo che armonioso non sia cosi tanto,ti lascio rifare la tela,ma prima ti mostrerò un quadro in camera mia dopo.Avrei però da ridire su una cosa,la nobiltà d'animo la possiedi anche tu,tutti la possediamo,ci rende diversi l'uso che ne facciamo,che la rende una nostra qualità positiva o negativa,che ci danneggia o ci fa apprezzare,non tutti la riescono a mettere in rilievo,c'è chi preferisce mettere in evidenza un altra qualità del nostro carattere.

Lasciò le loro mani e li guardò appoggiandosi alla sedia e rilassandosi.

"Piccola...magari,sono ancora giovane,rimango la piccola del mio papà ma non sono più una bambina da tempo."
Torna in alto Andare in basso
felce

avatar

Numero di messaggi : 13
Data d'iscrizione : 10.09.11

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Dom Apr 29, 2012 2:32 am

Ah... Alcuni istanti di silenzio e come una freccia colpisce il centro del bersaglio così quelle parole avevano colpito a fondo il suo cuore...

Un sospiro e poi un affanno, eppure non aveva fatto grandi sforzi, il suo corpo giornaliere allenato non era solito a simili affanni, la vecchiaia? No impossibile aveva pressoché 33 anni.. nel pieno della vita..

Ah.. ma allora Mia piccola Xena, piccola non sei.. i tuoi discorsi così saggi e audaci mi hanno fatto davvero molto emozionare.. Pure perchè le tue parole sono dette con la voce dell'amore anche se nel discorso ci sono alcune virgole di tristezza, mi sei molto piaciuta.. Un'attenta riflessione..

la vita però a volta non può essere capita è imprevedibile, cosa ci possa riservare il destino...il passato come disse Orazio.. è morto, quello che resta è vivere il presente..

Abbracciando la figlia di Shaer:

Perfetto.. passo per la tua stanza a vedere il quadro e poi vado a prendere la piccola Ladydiana... Muoio dalla voglia di riabbracciarla.
Torna in alto Andare in basso
Luca Davide
Capocasato
avatar

Numero di messaggi : 70
Data d'iscrizione : 05.01.10

MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   Dom Apr 29, 2012 12:20 pm

Luca guardò compiaciuto sua figlia. Erano belle parole ed era molto orgoglioso di lei... "Forse non sono stato un padre tanto pessimo..." pensò lui ironicamente. Si allungò verso di lei e le stampò un bacio sulla fronte, poi le sorrise e disse:

"Si, ormai sei cresciuta, sei una donna. Una Monteverdi! Ma resterai sempre la mia piccola... E ora su, vi do congedo: andate pure. Il banchetto è stato un pò tardato, ma si farà. Quindi su, c'è ancora tanto da preparare!"

_________________
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Visita di Felce   

Torna in alto Andare in basso
 
Visita di Felce
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Casato dei Monteverdi :: Palazzo - Primo Piano :: Sala d'accoglienza-
Vai verso: